/website/portalmedia/2017-05/PRAIA-A-MARE---Veduta-dell'isola-di-Dino.jpg  

PRAIA A MARE - DIAMANTE - PAOLA - PIZZO - TROPEA - GIOIA TAURO

Itinerario costiero (min. 5 giorni)

La Calabria è una Terra tutta da scoprire; sono numerose le zone costiere da visitare. In questo itinerario ne enunciamo qualcuna tra le più note e belle.

Praia a mare

Praia a Mare è un comune della provincia di Cosenza. In origine fu un popoloso villaggio di contadini e di pescatori sorto sulle spiagge strette tra il corso del fiume Noce ed il contrafforte roccioso oltre la pianura alluvionale del fiume Lao. Oggi, Praia a Mare, che ingloba anche l'Isola di Dino, vive principalmente di turismo.

Cosa visitare?

• Isola di Dino: è una piccola isola che si innalza di fronte alla località Fiuzzi. Sono presenti delle grotte marine; tra queste le più famose sono la Grotta Azzurra (per l'intenso colore azzurro dell'acqua al suo interno) e la Grotta del Leone (il nome deriva dalla presenza al suo interno di uno scoglio che assomiglia molto ad un leone sdraiato);

• Santuario della Madonna della Grotta: così chiamato perché posizionato all'interno di una grotta naturale all'interno di una collina. In esso è venerata la Madonna della Grotta la cui leggenda narra che il comandante di un bastimento turco fu costretto dall'equipaggio a riporre all'interno dell'omonima grotta una statua lignea (rubata) del XV secolo raffigurante la madonna;

• Museo comunale: ospita una raccolta permanente d'arte moderna e contemporanea realizzata con il contributo di numerosi artisti italiani e stranieri che hanno donato all'istituzione complessivamente oltre duecento opere.

 

Procedendo verso Sud, si trova la meravigliosa località di San Nicola Arcella. E’ una nota località balneare della Riviera dei Cedri situata su uno strapiombo, ai piedi del quale si trova una baia racchiusa da un braccio roccioso che le conferisce la forma di un porto naturale. L’acqua limpida e cristallina, lo scenario roccioso, il suggestivo paesaggio fanno di san Nicola Arcella una delle località balneari da non perdere durante la stagione estiva!

Diamante

Diamante è un comune della provincia di Cosenza posto al centro della Riviera dei Cedri. La posizione geografica, i suoi circa 8 chilometri di spiaggia dalle variegate combinazioni di sabbia e di colore, il mare cristallino ed i fondali sempre diversi fanno della cittadina una delle mete turistiche della Calabria.

Cosa visitare?

• Isola di Cirella: le rocce calcaree dell'isola, sottoposte all'erosione marina, hanno dato vita a molte grotte ed insenature. Sulla sommità si ergono i ruderi di una fortificazione militare, detta Torre dell'Isola di Cirella; essa fu costruita nel 1562 per prevenire l’assalto dei pirati turchi alla città di Cirella;

• Murales: camminando per il centro storico, si ha modo di osservare numerosissimi murale che ravvivano la città e le danno un magnifico tocco di colore. L'idea dei "Murales" è dovuta al pittore Nani Razzetti, milanese, ma diamantese di adozione;

• Museo del peperoncino: nel Palazzo ducale di Maierà è stato allestito un museo per Sua Maestà il peperoncino! Diamante è la capitale calabrese del peperoncino ed in questo museo è possibile conoscere le varie caratteristiche e i benefici del peperoncino.

 

Diamante è famosa anche per la tradizione gastronomica. Molto noto è il “Peperoncino Festival”, che ogni anno si svolge a settembre e in cui è possibile degustare ed acquistare questo tradizionale prodotto.

 

Paola

La città di Paola, in provincia di Cosenza, è principalmente conosciuta per aver dato i natali a San Francesco di Paola.

Cosa visitare?

• Santuario di San Francesco di Paola: sorge sulla parte alta e collinare di Paola. Custodisce parte delle reliquie del santo. Al suo interno è possibile visitare i luoghi di culto frequentati dal santo ed è possibile conoscere la storia di San Francesco, ammirando diversi oggetti che furono frutto di suoi miracoli;

• Lungomare di Paola: è uno dei motivi per cui la città di Paola è conosciuta;

• Piazza del popolo: per accedere al centro storico di Paola si varca la Porta San Francesco, sovrastata da un busto del Santo. Da qui si accede a Piazza del Popolo, caratterizzata dalla presenza, al centro, di una fontana in pietra arenaria del XVII secolo. Sempre sulla piazza si affaccia la torre dell’orologio, alla base della quale si trova un arco rinascimentale.

 

Pizzo calabro

Pizzo è un borgo marinaro, arroccato su un promontorio al centro del Golfo di Sant'Eufemia. Il suo territorio comprende una costa frastagliata, contraddistinta da spiagge sabbiose in alcuni tratti e da alte scogliere in altri.

Cosa visitare?

• Castello Murat: conserva ancora il suo aspetto originario. Il portone d'ingresso del castello è fornito di ponte levatoio e sul portale c'è una lapide a memoria di Gioacchino Murat, che qui venne fucilato nel 1815. Al suo interno è possibile visitare le varie stanze e le carceri cinquecentesche;

• Centro storico: costituito da numerosi vicoletti da percorrere a piedi. Durante il cammino si osservano numerosi palazzi e monumenti in stile prevalentemente barocco. A rendere suggestivo il tutto sono i numerosi scorci sul mare azzurro.

La città di Pizzo calabro vanta anche una grande tradizione gastronomica. Tra i piatti più pregiati e ricercati vi è il tartufo di Pizzo. Il tartufo di Pizzo è un prodotto tipico della pasticceria calabrese; si tratta di un gelato alla nocciola che viene modellato, rigorosamente nel palmo della mano, a forma di semisfera con un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto da un spolverata di cacao amaro in polvere e zucchero.

 

Tropea

Tropea la cosiddetta “Perla del Tirreno” è una splendida cittadina che si trova nella sponda del mar Tirreno.

Cosa visitare?

• Santuario di Santa Maria dell’Isola: sorge su un bellissimo isolotto che è riconosciuto come simbolo di Tropea. Immersa nella tipica vegetazione mediterranea, accompagnata da aiuole e panchine dove ristorarsi e godere di una vista spettacolare, si erge maestosa questa basilica voluta dai Benedettini;

• Centro storico: è a picco sul mare e vi si accede mediante una famosa scalinata. Qui oltre a godersi il panorama dalla famosa balconata-terrazzo, il largo Migliarese, si possono ammirare, passeggiando tra i vicoli, monumenti, negozietti d’artigianato e souvenir, ottimi punti di ristorazione e molto altro.

La città di Tropea è famosa in tutta Italia per la mitica “cipolla di Tropea”. Nel centro storico è possibile degustare e acquistare questo prodotto che da anni viene proposto in molteplici varianti.

 

Gioia Tauro

E’ un comune della città di Reggio Calabria. Da anni è meta di numerosi turisti per le bellezze paesaggistiche e le risorse naturali che il territorio offre.

Cosa visitare?

• Museo archeologico Metauros: al suo interno sono conservate preziose testimonianze dell’antica “Metauros”, che fu una sub-colonia di Zancle, l’attuale Messina. Qui si possono ammirare reperti di necropoli greche e romane, vasi di vetro soffiato, contenitori per fragranze ed unguenti, nonché manufatti provenienti dalla Grecia, da Corinto, da Atene, da Sparta, dall’Etruria, dall’Anatolia e dalle isole del Mar Egeo;

• Parco delle rimembranze: rappresenta il polmone verde della cittadina. Il suo punto di forza (oltre alla vegetazione a macchia mediterranea), è rappresentato da una lunga balconata che offre una panoramica sul mar Tirreno: dallo Stretto di Messina fino a Capo vaticano;

• Mare: Gioia Tauro non è nota solo per essere una località votata all’economia portuale (molto famoso, infatti, è il porto della cittadina). Soprattutto nel lungomare della Marina, è possibile fare numerose passeggiate. Le spiagge di Gioia Tauro sono tendenzialmente sabbiose con qualche emergenza di scoglio.




 


 



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO