/website/portalmedia/2020-06/dolci-top.jpg  

Calabria

Dolci tipici

Prodotti Tipici

I dolci della tradizione calabrese racchiudono tradizioni millenarie e vengono spesso prodotti con dolcificanti naturali quali il miele, lo sciroppo di fichi, il mosto al posto dello zucchero: in passato, infatti, l’utilizzo dello zucchero era molto limitato. Di grande tradizione sono soprattutto i dolci preparati per le feste. Vediamone alcuni.

 
Anicini alle mandorle

Biscotti alle mandorle e uova, aromatizzati all’anice.

 
Buccunotti di Mormanno

Il bucconotto, o bucchinotto nel dialetto locale, è uno squisito dolce di pasta frolla lavorata a mano, dalla forma rotonda, ovale o a canestrello, tradizionalmente farcito con mandorle tritate e cioccolata oppure marmellata di ciliegie o albicocche.
Trattandosi di un prodotto particolarmente rappresentativo della tradizione enogastronomica calabrese, è stato insignito del titolo di Prodotto Agroalimentare Tradizionale (PAT) dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

 
Cannariculi

I Cannariculi sono grossi cannelloni fritti in strutto bollente e spalmati di miele o mosto cotto.

 
Chiacchiere

Dolce tipico del periodo dei festeggiamenti del Carnevale, le chiacchere hanno la forma di una striscia e sono fatte con un impasto di farina che viene fritto o cotto al forno e successivamente spolverato con lo zucchero a velo.

 
Chinulille

Dolce tipico del periodo natalizio, sono fagottini ripieni di miele, mostarda e noci.

 
Ciciriati

I ciciriati sono biscotti del Vibonese e del Reggino, il cui impasto contiene ceci, caffè, noci e cacao.

 
Crocette di fichi secchi

Dolce tipico del Cosentino, le Crocette di fichi secchi (o crucitti) sono dolcetti di fichi secchi, cannella, zucchero e noci ricoperti di cioccolato, oppure, con miele di fichi e avvolti in foglie di arancio e poi cotte al forno.

 
Crustuli

Biscotti fritti messi a riposare nel miele a bagnomaria: nel miele caldo i crustuli si uniranno gli uni agli altri e daranno vita ad una sorta di mandorlato.

 
Cuddhuraci /Cuzzupe/ Cuculi

I Cuddhuraci (Cudduredda) e le Cuzzupe (cuculi, gute) sono dolci della tradizione pasquale reggina, che prendono varie forme.

 
Giurgiulena

La Giuggiulèna (giurgiulena o cubàita) è un tipico dolce natalizio. La ricetta si basa sulla caramellizzazione di semi di sesamo versati nel miele, a modo di torroncino.

 
Granita di cedro

In passato, il gelato era sconosciuto ma quando nevicava i contadini preparavano granite con il mosto cotto o con succo di arance e limoni o cedri.

 
Jaluni

Dolci pasquali, tipici della provincia di Reggio Calabria, fatti con la ricotta e cosparsi di abbondante zucchero a velo.

 
Mostaccioli di Soriano Calabro

I Mostaccioli, in dialetto mustazzoli, sono biscotti duri tipici della tradizione contadina calabrese fatti con un impasto di farina e miele sapientemente modellato per ottenere diverse forme – tipicamente a pesce, a paniere, a cavallo, a donna, a cuore, a esse barocca – e impreziositi con inserti di carta stagnola colorata o confetti. 
Esposti in occasione delle feste patronali e delle fiere nelle caratteristiche casse di legno, i mostaccioli, detti anche “spaccadenti” per via della consistenza molto compatta che ne permette una lunga conservazione, vengono prodotti principalmente a Soriano Calabro in provincia di Vibo Valentia, sebbene la loro origine sia incerta.

 
Nacatole

Le nacatole sono dolci tradizionali natalizi tipici del comprensorio della Locride, in Provincia di Reggio Calabria e in pochi altri Comuni. Questo dolce è stato incluso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali.

 
‘Ncinetti

Gli ‘Ncinetti, tipici della provincia di Vibo Valentia, sono biscotti ricoperti con glassa di zucchero. Si preparano solitamente per i matrimoni e a Pasqua.

 
Nepitelle

Tipiche dell’area centro settentrionale calabrese, le Nepitelle sono mezzelune di pasta sfoglia ripiene di noci, mandorle, uva sultanina, fichi secchi e cioccolato.

 
Pastiera

Tipico del periodo pasquale, la pastiera è una torta di pasta frolla farcita con un impasto a base di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano bollito nel latte.

 
Petrali

I Petrali, tipici della zona di Reggio Calabria, sono biscotti di pastafrolla a forma di mezzaluna farciti con fichi, noci, mandorle, buccia di arancia e di mandarino. Di solito sono guarniti con una spennellata di rosso d'uovo sbattuto e piccole palline di zucchero colorate, oppure con glassa di zucchero, con cioccolato fondente o cioccolato bianco.

 
Pezzo duro

Pezzo duro di Gioiosa e di Mammola ha la tipica forma di un tronchetto di gelato formato da diversi gusti.

 
Pignolata

Dolce tipico del reggino a forma di pigna e ricoperto di miele scaldato, la Pignolata viene preparata prevalentemente in occasione delle feste di Carnevale. Il dolce è fatto da pallini di pasta fritti (detti “pigne”) e coperti di miele o per metà da glassa bianca al limone o al bergamotto e per metà da glassa di cioccolato vanigliato.

 
Pitta ‘mpigliata

Pitta 'mpigliata (o pitta 'nchiusa), è un dolce originario molto diffuso in tutta la Provincia di Cosenza, tipico delle festività natalizie.

 
Pitta San Martino

Dolce tipico della Provincia di Reggio Calabria, questa pitta è una delicata pasta di pane con frutta fresca e noci.

 
Riganella

La Riganella è una torta ripiena di uva passa e noci a forma di spirale. Il suo sapore è prevalentemente dolce ma viene contrastato da leggere note salate come quelle dell’origano presente nell’impasto.

 
Scaliddre calabresi

Scaliddre o “scalidde” in calabrese significa “piccole scale” ed è proprio da questa forma che prendono il nome questi piccoli dolci natalizi tradizionali.

 
Scirubetta

Dolce tipico del periodo natalizio, la Scirubetta è una crema che si ottiene mescolando la neve appena colta con miele di fichi e zucchero.

 
Stomatico

Biscotto tipico reggino, preparato tramite un impasto di zucchero caramellato, farina, olio, ammoniaca e aromi (chiodi di garofano e cannella). Il nome deriva dalla volgarizzazione del termine stomachico, cioè "buono allo stomaco": questo dolce è infatti servito a fine pasto abbinato a dei vini dolci liquorosi per facilitare la digestione.

 
Susumelle

Dolci tipici natalizi della zona di Crotone, le susumelle hanno una caratteristica forma ovale e sono ricoperte con zucchero fondente o cioccolato arricchito con uva passa, frutta candita, bucce di arancio e spesso la cannella.

 
Tartufo di Pizzo

Invenzione dei mastri gelatai di Pizzo Calabro, il Tartufo è molto più di un gelato, è un'opera d'arte dolciaria unica al mondo: due palline di gelato artigianale, rispettivamente alla nocciola e al cioccolato, sapientemente modellate a mano per ottenere una semisfera che con una leggera pressione viene "bucata", riempita di cioccolato fondente fuso e infine richiusa e messa in un abbattitore. Il risultato è un "pezzo duro" di gelato con la tipica forma a fungo da cui prende il nome.
Il tartufo di Pizzo, insignito del marchio IGP, è una specialità tipica che da anni richiama e soddisfa anche i palati più esigenti ed è molto apprezzato nei mesi estivi dai turisti che affollano la Costa degli Dei nonostante le sue incredibili proprietà nutrizionali: oltre 1000 calorie a porzione.

 
Torrone Sorianesina

Impasto di arachidi (tostate e pelate) e zucchero caramellato, il tutto ricoperto da zucchero fondente o cioccolato.

 
Torroni di Bagnara Calabra

Il torrone di Bagnara, dalla caratteristica pasta croccante e friabile, è ottenuto dalla cottura e lavorazione di miele, zucchero e mandorle non pelate tostate, cannella e chiodi di garofano in polvere e ha, a seconda della copertura, due versioni: Martiniana (copertura con zucchero in grani) e Torrefatto glassato (copertura con cacao amaro). Particolare, infine, è il bacetto, un torroncino a forma di piramide coperta di cioccolato fondente. 

 
Turdiddri

I Turdiddri o Cannarìculi (cannaricoli) sono biscotti a forma di gnocchi della tradizione natalizia, composti di farina, olio d'oliva e vino scaldato, rigati su un cestino di vimini poi fritti e successivamente passati nel mosto d'uva bollente.

 
Turruni ngelatu

Torrone a base di canditi tipico del reggino a base di mandorle e miele.

 
Uova alla monacella

Le uova alla monacella sono un dolce tipico della tradizione calabrese. La sua preparazione è estremamente semplice, ma gustosissima, in cui il cacao è il protagonista.

 
Vecchiaredde

Le Vecchiarelle o Vecchiaredde di Castrovillari sono delle ciambelline fritte, farcite con della marmellata o della mostarda d’uva.

 
Zeppole di San Giuseppe

Le zeppole di San Giuseppe sono un dolce tipico del 19 marzo, la festa del papà.
Esistono diverse tipologie di Zeppole di San Giuseppe:

  • Zeppole cosentine: preparate con acqua, farina, burro, sale e un bicchiere di vino moscato e poi fritte in olio bollente. Dopo la cottura (al forno o fritte), vengono farcite con crema pasticcera e guarnite con un’amarena sciroppata.
  • Zeppole reggine: (zippuli duci ca' ricotta) piccoli bignè preparati con farina, zucchero, uova, vanillina e strutto farciti con ricotta, zucchero, cannella, limone grattugiato e zucchero a velo. Esiste inoltre una variante salata, preparata con patate, farina, lievito di birra e acqua e farcita con acciughe dissalate, baccalà, 'nduja e olive.
     
  • Zeppole catanzaresi: preparate con margarina o strutto, farina, uova, cotte al forno, farcite con ricotta e guarnite con una ciliegina caramellata.
 
Zippuli

Dolce tipico del periodo natalizio, gli Zippuli sono frittelle tonde di farina farcite alla crema.

 


 


 



CHE ESPERIENZA CERCHI?





 
meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.




GUIDA