BONIFATI

La tradizione popolare vuole che Bonifati sia stata costruita dai profughi dell'antica città di Hiele, qui arrivati dopo che le truppe di Roberto il Guiscardo la rasero al suolo nel 1057. Circa duecento anni più tardi, nel 1270, il nome di Castel Bonifati identifica il feudo che Carlo I d'Angiò dona a Gismondo Palmieri in segno di riconoscenza per l'aiuto che il Palmieri gli aveva assicurato nell'ambito delle operazioni di conquista del Regno di Napoli. La nascita dell'attuale paese, che coincide con la costruzione del castello, si può collocare intorno alla metà del '300. La fortezza fu eretta dai signori di Sangineto a protezione dell'omonimo feudo che confinava con quelli di Fella (villaggio nella piana del Capo Bonifati) e Cetraro, appartenenti, invece, all'abbazia di Montecassino.




 


Indirizzo P.zza Domenico Ferrante, 33
  87020 Bonifati (CS)
Telefono 0982 93338
Fax 0982 93392
Sito web http://www.comune.bonifati.cs.it/
 

 

Accanto al centro storico arroccato sulle colline, il comune di Bonifati comprende la frazione di Cittadella del Capo che si estende sulla fascia litoranea e comprende anche le contrade Santa Maria e Paneduro. Rimasto per secoli un semplice centro agricolo, negli ultimi decenni Cittadella ha conosciuto una grande crescita economica dovuta proprio al turismo che ogni anno fa registrare un numero elevato di villeggianti che vi si recano per trascorrere le vacanze estive. Nella frazione di Cittadella del Capo la terza domenica di agosto si celebra la festa votiva in onore di San Francesco di Paola, patrono della Calabria e della gente di mare.

Tra i luoghi di interesse storico-artistico e culturale vale la pena nominare il Palazzo De Aloe, oggi Palazzo del Capo, trasformato in un Hotel a 5 stelle, la Torre di Fella e la Torre di Parise. A Cittadella del Capo sorgono due Chiese: la Chiesa Parrocchiale di San Francesco di Paola, consacrata il 25 marzo del 1973 e restaurata nel 2006 e la Chiesa di San Michele Arcangelo, risalente al 1924. Di notevole interesse sono il Santuario di Maria SS. del Rosario del XVI secolo e la Chiesa del Calvario, anch'essa del XVI secolo, il Palazzo Favarulo e la Chiesa della SS. Annunziata del XVII secolo, che presenta una facciata in stile barocco a tre comparti con interno a tre navate, che arricchiscono il bellissimo borgo.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE