GRISOLIA

Grisolia ha una posizione geografica particolare, infatti è arroccato su un colle ed è separato dal vicino abitato di Maierà da un burrone. Ben noto centro balneare, Grisolia si trova al centro della Riviera dei Cedri. Secondo gli studiosi l'antico nome di Grisolia, Chriseora, potrebbe derivare dal greco Chrousolea o dal latino Chrisena. Entrambi i termini rimandano alla parola oro che ha fatto scaturire diverse interpretazioni: forse è riferibile alla fertilità del terreno, o all'antica presenza di miniere d'oro nella zona o, piuttosto, a immemorabili attività di trasformazione del prezioso metallo. Alcuni reperti archeologici trovati nella grotta di San Michele in località Serra, rappresentato da frammenti di vasi per la conservazione delle derrate alimentari e un masso di pietra squadrata con incisioni indecifrabili, databili tra l'Eneolitico e la seconda Età del Ferro, hanno portato a individuare, in questa zona le prime tracce di civiltà. La presenza dei ruderi del monastero di San Nicola e di grotte di origine rupestre, inoltre, potrebbero testimoniare uno stanziamento di monaci basiliani. Si ritiene che la grotta di San Michele possa essere servita agli asceti che percorrevano la vicina via istmica che univa il mare Tirreno allo Jonio e, probabilmente, fu anche visitata da San Nilo da Rossano. L'attuale centro storico, costruito su un dirupo che si affaccia sul vallone del torrente Vaccuta, è di origine medievale ed è sorto probabilmente nel corso delle lotte tra Longobardi e Bizantini per affermare il dominio sulla zona agli inizi del IX secolo. Nel 1811, diventata Comune, ebbe la frazione Cipollina che si staccò nel 1948. L'interno di Grisolia è un intrigo di vicoli, scale, archi e supporti. I vicoli sono innumerevoli e diversi tra loro per lunghezza e larghezza. Una caratteristica dell'architettura del centro storico è il supporto, in dialetto lo spuortu, tratti coperti dove le case sono una addossata all'altra. Molto usati nella copertura dei tetti sono i coppi d'argilla, in dialetto ceramili. Questo motivo appare così diffuso tanto da potersi considerare ricorrente nell'edilizia locale.




 


Indirizzo Via S. Sofia, 1
  87020 Grisolia CS
Telefono +39 0985 8364
Sito web www.comune.grisolia.cs.it/
 

 

Grisolia fa parte del Parco nazionale del Pollino per oltre 33.300 ettari dove si trova la vetta del Monte La Mula, posto a quasi duemila metri di altitudine. È un'area ad alta biodiversità dove i castagni secolari (castagno del ramarro) ne sono i simboli. La presenza del capriolo autoctono e del lupo appenninico, sono i caratteristici simboli faunistici del territorio montano, mentre sui costoni del La Mula, il Pino Loricato, simbolo del Pollino, ne impreziosisce la biodiversità. Inoltre in Località Pantanelli è presente un'area attrezzata e una sorgente.

Il paese presenta tre nuclei abitativi: la zona nuova o lido a ridosso del mare, la zona intermedia presso la stazione ferroviaria o zona marina ed il nucleo del centro storico. Grisolia è uno dei paesi più antichi dell'alto tirreno cosentino. Sono da visitare la Chiesa di Santa Sofia, costruita intorno al 1000-1100 circa, il giardino pensile che sorge su arcate rinascimentali e il Museo etnografico, che raccoglie reperti dell'età neolitica.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE