SEMINARA

"La cittadina più ricca di scultura cinquecentesca di tutta la Calabria", così è stata definita Seminara: tra il Cinquecento e il Seicento contava ben trentatré chiese e otto monasteri. Poi, i terremoti del 1783 e del 1908 cancellarono molte testimonianze eloquenti della sua ricca storia. L'antico borgo, immerso nel verde degli ulivi, è un piccolo scrigno in cui sono conservati tesori d'arte di inaspettata bellezza. Nelle sue numerose chiese e nei palazzi di antica memoria sono visibili pregiate opere rinascimentali segno tangibile dell'importanza storica e artistica della cittadina nel XVI secolo. Nel Medioevo Seminara divenne la fortezza più imponente della Calabria tirrenica meridionale e i resti delle mura di cinta sono visibili ancora oggi nella zona del Borgo. È il paese della ceramica, come testimoniano le numerose botteghe artigiane che si affacciano sulla via principale del paese. La produzione di Seminara si differenzia dalle altre rinomate manifatture calabresi, come quella di Gerace e di Squillace. Incantevole è Cala Iunculla, caratterizzata da una bellissima spiaggia di sabbia fine e bianchissima, circondata da rocce e scogli, e un mare limpido dal tipico colore viola intenso. Gli splendidi fondali circostanti sono un vero paradiso per gli amanti delle immersioni subacquee, grazie alla presenza di ricchissima flora e fauna. La spiaggia è accessibile solamente dal mare, con servizi privati di collegamento che partono da Bagnara.




 


Indirizzo Piazza Vittorio Emanuele 3
  89028 Seminara (RC)
Telefono 0966/317004
Fax 0966/317560
Sito web http://www.comune.seminara.rc.it/
 

 

Il centro storico di Seminara è ricco di minuscole botteghe artigianali che racchiudono piccoli musei della tradizione e del folclore locale. Il territorio di Seminara è l'ideale per gli amanti della natura incontaminata e delle immersioni marine. Tra paesaggi agresti e alberi secolari è possibile fermarsi ad assaggiare prodotti genuini preparati dalle mani esperti dei contadini e dei pastori. Inoltre, dalle vicine località balneari, si può raggiungere via mare la costa rocciosa di Seminara e immergersi tra le sue acque cristalline.

Il monumento di maggiore interesse di questa cittadina è il Santuario della Madonna dei Poveri, dove il 14 e 15 agosto si riversano fedeli da ogni parte della regione per la grandiosa festa che vi si svolge. Al suo interno si conserva una statua in legno di cedro, quasi nera, scolpita in fattura arcaica medievale. La Chiesa Matrice, al centro del paese, conserva importanti opere d'arte, pregevoli statue, un braccio reliquario in argento di San Filareto, datato 1451, una testa reliquario, sempre in argento, di artigiano messinese del 1717 e una testa reliquario di Sant'Elia Speleota datata 1603. Il resto dell'importante patrimonio artistico di Seminara si può ammirare nella Chiesa di San Marco, costruita nel secolo scorso in forme neo-rinascimentali sul luogo dove un tempo sorgeva il cenobio basiliano di San Nicodemo e nella Chiesa di San Michele, dove sono conservate altre interessanti testimonianze scultoree.



meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 


LASCIATI GUIDARE