Sant'Andrea Apostolo dello Ionio (CS)

Una meraviglia tra mare e montagna

Sant'Andrea Apostolo dello Ionio è una piacevole sorpresa della Calabria ionica, grazie alle atmosfere cariche di storia dell'antico borgo medievale, ai numerosi servizi per il turista, agli scenari incontaminati che spaziano dal mare alle montagna e, non da ultimo, agli ottimi sapori dei suoi prodotti tradizionali.
 
Affacciato sul magnifico Golfo di Squillace come una splendida terrazza naturale sul Mar Ionio, Sant'Andrea Apostolo dello Ionio è una suggestiva località adagiata nella zona meridionale della provincia di Catanzaro che regala scenari unici metà strada tra il mare e la montagna.
img
Una grande varietà di paesaggi con un ricco patrimonio ambientale, caratterizzato da una notevole biodiversità.
 
Ad una tale varietà di paesaggi non può che accompagnarsi un ricchissimo patrimonio ambientale, caratterizzato da una notevole biodiversità.
 
Sant'Andrea Apostolo dello Ionio
 

Il territorio di Sant'Andrea Apostolo dello Ionio può essere suddiviso in tre distinte zone ognuna con le sue differenti caratteristiche naturalistiche e paesaggistiche. La fascia marina, prevalentemente pianeggiante e coltivata a uliveti ed agrumeti, è bagnata dalle acque limpide del Mar Ionio e costeggiata da spiagge larghe e bianche. La fascia collinare, sfoggia suggestivi vigneti, uliveti ed orti rigogliosi. La montagna, infine, vanta scenari incontaminati che custodiscono fitti boschi di castagno, leccio e faggio solcati dai torrenti Alaca e Salubro che creano pittoresche cascate e celano i ruderi di antichi mulini ad acqua.

Il nucleo storico vanta una posizione spettacolare adagiata sulla sommità di tre colline, con alle spalle le montagne, prime propaggini dei monti delle Serre, e di fronte il mare, con una splendida vista, nelle giornate più limpide, del Golfo di Squillace da Capo Colonna a Punta Stilo. Il tutto arricchito dalle splendide atmosfere offerte dal borgo medievale caratterizzato dal classico pittoresco intreccio di stradine e viuzze, alcune delle quali ancora lastricate in granito. Nel centro storico si può visitare il Museo della Memoria, piccolo museo di storia della cultura materiale del territorio di riferimento. Ospita una raccolta di attrezzi della civiltà contadina e alcune ricostruzioni di ambienti della tipica casa rurale e delle botteghe artigiane.

 
Sant'Andrea Apostolo dello Ionio
 

Incorniciata da rigogliosi vigneti ed agrumeti, S. Andrea Ionio Marina è, invece, la località turistica per eccellenza. Affacciata sul mare, garantisce ai suoi visitatori un'accoglienza all'insegna della cortesia e dei servizi per il turista, che spaziano dai due attrezzati villaggi turistici, agli stabilimenti balneari e alle efficienti strutture sportive. Nella Marina del paese vi è una splendida pineta, meta di frequenti escursioni.

 
Sant'Andrea Apostolo dello Ionio
 
Gastronomia

Protagonista di un'antica usanza ormai abbandonata, il Fiscottino è uno di quei prodotti che delizia il palato con il sapore irresistibile della tradizione calabrese. A Sant'Andrea Apostolo dello Ionio questo gustoso prodotto da forno è il simbolo della festa, perchè un tempo veniva servito proprio in occasione dei festeggiamenti che precedevano la celebrazione delle nozze, quando la casa della sposa si apriva alla famiglia del futuro marito, ai vicini e ai parenti per mostrare il ricco corredo. Le croccanti ciambelle aromatizzate con i profumatissimi semi di finocchio venivano preparate a regola d'arte e deliziavano il palato degli invitati accompagnate da vino e liquori fatti in casa. Nonostante questa consuetudine si sia ormai perduta nel tempo, la ricetta dei Fiscottini rimane il piacevole ricordo di una tradizione antica e sprigiona tutto il profumo ed il sapore di una terra magnifica a cavallo tra il mare e la montagna.
Questa gustosa specialità è finita nel mirino della Fondazione Slow Food, che l'ha inserita nel novero dei prodotti della sua Arca del Gusto.

 
Sant'Andrea Apostolo dello Ionio
 


 


Indirizzo Piazza Enrico Berlinguer, 5
  88060 Sant'Andrea Apostolo dello Ionio (CZ)
Telefono 0967 47164
Fax 0967 47158
Sito web http://www.santandrea.gov.it/
 

 

Nel secolo XI - XII, viene edificata la Chiesa di San Nicola di Cammerota, sul poggio di Condò, 200 metri più a nord della Grangia. La chiesetta di forma rettangolare con abside semicircolare è lunga 9 m. e larga 5,90. L'abside è rivolta ad oriente, con una finestra centrale terminante ad arco e coronata da una fascia di travertino. Nella parete laterale campeggia una finestra oblunga con arco scolpito ed una piccola finestra ad occhio. Gli spigoli sono di calcare bianco, alternato a pietra nera, di origine vulcanica. Lo stesso ordine di bianco e nero si riscontra nell'arco interno dell'abside, nella porta e nelle finestre, dimostrando come all'architettura bizantina si aggiunge la policromia araba ricorrente nei modelli classici di Sicilia e Spagna. A Nord della chiesetta, nei pressi dell'attuale cimitero, si può ancora notare il rudere della Torre di Tralo' o Torre di "Cammerota", di origine normanna, che, secondo alcuni antichi documenti, sarebbe appartenuta alla chiesa e costituisce un altro esempio dell'importanza storica di S. Andrea. Un'altra testimonianza bizantina è rappresentata dalla Chiesa di Campo. Riportata negli antichi documenti col nome di S. Martino ed in un secondo tempo col nome di Santa Maria di Campo, è il classico esempio di chiesa rurale, che i basiliani costruivano nelle campagne per dare un supporto ai contadini. Più umile nelle rifiniture e nei materiali, è un inequivocabile modello compositivo dell'architettura del periodo. L'altare è esposto ad oriente e l'entrata ad occidente. Nel 1985, nel corso dei lavori di restauro curati dalla Amministrazione Comunale, sono stati rinvenuti preziosissimi affreschi bizantini, presumibilmente del X e XIII secolo. I primi, nell'abside ritrovata dietro l'altare, rappresentano dei santi a figura intera, mentre i secondi, sulla parete laterale, riportano, presumibilmente, scene di vita religiosa. Le recenti campagne di scavo lasciano supporre, al di sotto del piano pavimentale, l'esistenza di una fattoria risalente al periodo Ellenistico cioè al III sec. a.C.



mappa-header.png
MAPPA
IL TUO VIAGGIO PERFETTO







 
meandcalabria-header.png
ME AND CALABRIA
CREA IL TUO ITINERARIO DI VIAGGIO E CONDIVIDILO CON CHI VUOI.


SCEGLI DOVE DORMIRE





LASCIATI GUIDARE